Vai al contenuto

1

Immaginate di svegliarvi domattina e di scoprire che tutto l’inchiostro del mondo è diventato invisibile e che tutti i byte sono stati cancellati. Il nostro mondo crollerebbe immediatamente. Letteratura, musica, legge, politica, scienze, matematica: la nostra cultura è un edificio costruito su memorie esterne.

Questo pezzo è tratto dal saggio L’arte di ricordare tutto di Joshua Foer. L’autore è un giornalista che ha lavorato per giornali importanti come il New York Times e il National Geographic. Ha studiato la memoria partendo da zero e dopo un anno ha vinto il Campionato statunitense della memoria.

In questo articolo però non mi occuperò delle tecniche di memoria spiegate da Foer ma dell’evoluzione del rapporto tra l’uomo e la sua memoria nel corso dei secoli. ...continua a leggere "Come è cambiato il rapporto tra l’uomo e la sua memoria nei secoli?"